Prestito Ristrutturazione Casa

Grazie alla cosiddetta Legge di Stabilitá n.190/2014, gli italiani hanno avuto, da qualche tempo a questa parte, la possibilitá di effettuare interventi di riqualificazione energetica sugli edifici, usufruendo di alcune detrazioni e offerte prestiti ristrutturazione molto interessanti.
La liquiditá per poter approfittare di queste agevolazioni viene spesso ottenuta con un prestito finalizzato che di solito le banche offrono abbastanza facilmente, a patto che il richiedente abbia le carte in regola al momento della richiesta.

Il Prestito Ristrutturazione è spesso offerto dalle varie banche con un tasso agevolato e dedicato molto conveniente.
Se infatti il prestito ristrutturazione viene richiesto per finanziare esclusivamente i lavori di ristrutturazione della casa che rientrano nella tipologia ammessa alle agevolazioni della Legge di Stabilità e relative, bisogna sottoscrivere un'apposita dichiarazione nella quale ci si impegna ad utilizzare il prestito per finalitá di ristrutturazione che rientrino nelle tipologie. Bisogna inoltre presentare i preventivi di spesa relativi ai lavori che si intendono eseguire.

Vediamo meglio cosa offre l'agevolazione.
L'agenzia delle Entrate precisa che per tutto l'anno 2015 esiste 'una detrazione del 65% delle spese sostenute, sia per interventi sulle singole unità immobiliari sia quando l’intervento è effettuato sulle parti comuni degli edifici condominiali, o se riguarda tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio'. La detrazione subirá una discesa al 36% per l'anno 2016.

Consigliamo quindi a chiunque fosse interessato e avesse bisogno di liquiditá di chiedere per tempo il relativo prestito, in quanto la detrazione quasi dimezzerá nel 2016.
Fino al 31 dicembre 2015 inoltre è possibile usufruire di una detrazione per l’acquisto e la posa in opera di schermature solari, fino a 60.000 euro e di un'ulteriore detrazione per gli impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, fino a 30.000 euro.
Anche questi tipi di ristrutturazioni usufruiscono di sconti nei relativi prestiti bancari.


Oltre alle detrazioni la legge ha eliminato l’obbligo di inviare la comunicazione all’Agenzia delle Entrate per i lavori che proseguono per più periodi d’imposta, ha imposto la ripartizione della detrazione in dieci rate annuali di pari importo, l’esonero dall’obbligo di presentazione dell’attestato di certificazione energetica per la sostituzione di finestre, per l’installazione dei pannelli solari e per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, l’eliminazione dell’obbligo di indicare separatamente il costo della manodopera nella fattura emessa dall’impresa che esegue i lavori.

Le detrazioni faranno data all’effettivo pagamento dei relativi pagamenti dei lavori di ristrutturazione.
La detrazione massima per la riqualificazione energetica di edifici esistenti è di 100.000 euro. Ricordiamo che la condizione indispensabile per fruire della detrazione è che gli interventi siano effettuati su unità immobiliari e su edifici preesistenti o in costruzione, e che ovviamente, come abbiamo giá detto, si tratti di interventi da cui consegua un risparmio energetico.
E necessario quindi presentare come prova la sua iscrizione in catasto o dalla richiesta di accatastamento, oppure dal pagamento dell’imposta comunale corrispondente.

Possono usufruire della detrazione le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni, i contribuenti che conseguono reddito d’impresa, le associazioni tra professionisti, gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.
Per quanto riguarda i prestiti per ristrutturazione, sono di solito riservati alle persone fisiche e non alle societá. Consigliamo comunque di chiedere alla propria banca per eventuali prestiti a persone giuridiche.
Per quanto riguarda l'installazione di pannelli solari, si intende l'intervento con installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università, perció la finalitá non deve essere per forza domestica, ma puó riguardare esigenze produttive, commerciali, ricreative o socio assistenziali.

Per quanto riguarda la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, si intendono gli interventi di sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione.
Qualora siano stati realizzati piú tipi di interventi tra quelli ammessi, il limite massimo di detrazione applicabile sarà costituito dalla somma degli importi previsti per ciascuno degli interventi realizzati.

Per quanto riguarda i prestiti per ristrutturazione, di solito c'é un massimo di 100.000 euro, osservato presso le diverse banche che offrono prestiti finalizzati a questo tipo di interventi, ma sottolineiamo che si tratta solo di statistiche e consigliamo di prendere direttamente contatto con le banche o gli istituti finanziari.
Si possono per esempio sommare gli importi massimi di detrazione per installazione di pannelli solari e sostituzione di impianto di climatizzazione invernale, per un totale di 90.000 euro (60.000 piú 30.000 euro).

Sottolineiamo il fatto che per poter usufruire delle agevolazioni fiscali per interventi da cui si consegua un risparmio energetico, è necessario presentare l’asseverazione che dimostri la realizzazione degli interventi conformemente ai requisiti tecnici richiesti. Questa puó essere sostituita dalla dichiarazione resa dal direttore dei lavori.
Oltre all'asseverazione, bisogna dotarsi dell’attestato di certificazione energetica, prodotta ovviamente dopo l’esecuzione degli interventi, e della scheda informativa relativa agli interventi realizzati.
Ripetiamo infine che per il relativo prestito è di solito richiesto il solo preventivo lavori.

DISCLAIMER




Chi Siamo

Prestito Ristrutturazione Casa

Contattaci


©2014 CREDITLANDIA .IT – Tutti i diritti riservati - Privacy Policy