Prestiti Finalizzati

Il prestito finalizzato è un tipo di prestito che viene solitamente acceso presso un rivenditore di beni e servizi per consentire al proprio cliente di effettuare acquisti a rate, cioè di dilazionare il prezzo di acquisto del bene secondo le regole sul credito al consumo.
Il rivenditore infatti stipula una o più convenzioni con uno o più istituti finanziari che propongono dei prestiti ai propri clienti, ricevendo il pagamento del bene acquistato, unito ad una commissione per aver procurato il cliente.

L’importo per il pagamento del bene viene pagato quindi direttamente al rivenditore che si impegna ad istruire la pratica ed a presentarla alla finanziaria che valuterà la richiesta del prestito.
Il cliente, cioé colui effettua acquisti a rate, non vede nessuna somma di denaro circolare sui propri conti, come nel caso del prestito personale, ma potrà portare a casa il bene agognato, con la consapevolezza di aver acceso un prestito, con tanto di rate mensili da pagare, non più con il rivenditore, ma direttamente con una finanziaria.

Di solito, a seguito di questi tipi di finanziamenti, viene spedita al domicilio del cliente una carta di credito revolving per futuri acquisti.
Molte persone rimangono stupite dall'arrivo di una carta di credito non richiesta, ma leggendo bene il contratto di acquisto si scorgerà una clausola quasi invisibile, con cui la società creditizia si riserva il diritto di inviare una carta revolving ai migliori clienti..

Nel prestito finalizzato quindi il contratto di acquisto del bene ed il contratto di finanziamento sono diversi e distinti.
Il contratto di acquisto del bene o del servizio riguarda il rapporto tra il consumatore ed il venditore ed è concluso al momento della firma del finanziamento, quando cioè la finanziaria paga per noi il prezzo intero del bene acquistato presso il rivenditore.


Il contratto di finanziamento riguarda invece il cliente, che se ne torna a casa con il bene ed il contratto di prestito finalizzato, e la banca o la finanziaria, che ha pagato in anticipo ciò che noi abbiamo acquistato.
E' utile ricordarsi di questo non piccolo particolare quando il bene acquistato presenta dei difetti.

In questo caso interrompere per esempio il pagamento delle rate andrebbe ad incidere nel rapporto tra noi e la finanziaria, e non tra noi ed il negoziante, il quale esce dal rapporto con il cliente sin dalla conclusione del prestito finalizzato.
Il non pagare le rate andrebbe ad incidere sul rapporto cliente-finanziaria e quindi sulla nostra affidabilità creditizia e sulla possibilità di ottenere in futuro altri finanziamenti da altre banche o altre finanziarie.
Il nostro rapporto con il rivenditore, rispetto all'esempio del bene acquistato e difettoso, seguirà quindi le regole sulla garanzia del bene, ma non quelle relative al pagamento delle rate, che andranno comunque onorate.

E' quindi importante aver chiaro il fatto che i rapporti instaurati con il prestito finalizzato non legano cliente e rivenditore.
Quest'ultimo, tramite convenzione, procura (oltre che vendere effettivamente i suoi prodotti) un cliente (noi) alla finanziaria che provvederà a pagargli una commissione per il cliente procurato.
Sottolineiamo ancora questo fatto perchè non è detto che il bene venduto a rate sia effettivamente così conveniente per chi compra!
E' anche possibile che il vantaggio sia tutto a favore del rivenditore che, oltre a vendere il suo prodotto, riceve una cospicua provvigione.

Il prestito finalizzato presenta a conti fatti molti vantaggi, ma anche alcuni svantaggi di cui tener conto quando si pensa di richiedere un finanziamento.

Vediamo i vantaggi: nel caso tutte le carte siano in regola, la procedura risulta velocissima ed i tassi di interesse sono i solito piú bassi di quelli dei normali prestiti personali.
La procedura di erogazione risulta piú veloce perché spesso questo tipo di prestito viene erogato direttamente nel centro vendita, grazie a convenzioni con gli istituti finanziari, mentre tutti gli altri tipi di prestiti sono da richiedere direttamente alla banca o all'istituto finanziario.

I principali svantaggi riguardano prima di tutto la limitazione di scopo. Il prestito finalizzato puó essere utilizzato esclusivamente per l’acquisto di quel determinato bene.
Se la banca ci concede il prestito per la ristrutturazione della casa, dovremo spendere fino all'ultima lira per la ristrutturazione.

Un ulteriore svantaggio riguarda la cosiddetta limitazione di scelta. Ci troveremo in questa situazione quando per esempio il concessionario da cui vogliamo acquistare la nostra autovetturalimita la scelta ad alcune auto quando il pagamento verrá effettuato tramite prestito finalizzato.
Stessa situazione quando il prestito è finalizzato all'acquisto di una autovettura. Si intende un'auto 'nuova', perció non possiamo pensare di risparmiare comprandone una usata.

Raccomandiamo inoltre di fare molta attenzione ai costi nascosti.
Spesso in presenza di prestito finalizzato il venditore non applica lo sconto di routine applicato ai tutti glia ltri compratori. Perció in pratica si tratta di un sovrapprezzo che saremo costretti a pagare.

DISCLAIMER




Chi Siamo

Prestiti Finalizzati

Contattaci


©2014 CREDITLANDIA .IT – Tutti i diritti riservati - Privacy Policy